..scopri il CATALOGO High School Program (conforme ITACA) e le TESTIMONIANZE di chi è già partito!

banner-catalogo-itaca


LUCA – MANCHESTER (INGHILTERRA)

CLAUDIA – STRATFORD (CANADA)

SARA – PHOENIX (STATI UNITI)

SIMONA – MADRID (SPAGNA)

LETIZIA – TORQUAY (INGHILTERRA)

TERESA – CAVAN (IRLANDA)

 


..scopri il CATALOGO High School Program (conforme ITACA) e le TESTIMONIANZE di chi è già partito! - Giocamondo Study-LUCA-MANCHESTER

 

LUCA – MANCHESTER (INGHILTERRA)

“Ciao ragazzi, sono Luca, ho 17 anni, exchange student a Manchester.
Giocamondo è sempre stata eccellente per quanto riguarda professionalità e disponibilità, aiutandomi in ogni fase pre partenza e rispondendo chiaramente a ogni dubbio.

Continua a leggere

Per quanto riguarda la vita da exchange non c’è molto da dire, è semplicemente fantastica, tutti, dai genitori agli insegnanti, sono molto pazienti e disponibili, il sistema scolastico è molto più “leggero” di quello italiano quindi si ha più tempo libero e, di conseguenza, più tempo per divertirsi, conoscere la città e ovviamente migliorare la lingua.

Come ultima cosa vi voglio fare un consiglio: non sovraccaricate il cervello imponendovi di pensare/parlare/ascoltare solamente in inglese: il mio consiglio è questo: prendetevi un’ora alla fine della giornata e fate rilassare la mente, leggete un libro, guardate un film o parlate con un amico su Skype, vi aiuterà.

Un saluto e mi raccomando partite, questa opportunità vi ricapiterà di nuovo molto raramente.”  Luca 

 Torna su ^

claudia

 

CLAUDIA – STRATFORD (CANADA)

“Ciao sono Claudia ho 17 anni exchange student a Stratford in Canada. Fin dal primo istante in cui ho saputo della possibilità di frequentare parte o tutto il quarto anno delle scuole superiori all’estero, ho voluto con tutta me stessa fare

Continua a leggere

questa esperienza, spinta dal desiderio di visitare nuovi posti, conoscere persone appartenenti a culture diverse dalla mia, e migliorare il mio inglese.

Nonostante la forte motivazione, ero ovviamente preoccupata di non riuscire ad inserirmi a scuola, di non trovare una famiglia accogliente e di non essereall’altezza di frequentare una scuola straniera.
E’ per queste motivazioni che la 
proposta dell’agenzia Giocamondo di trascorrere il periodo nel distretto scolastico canadese Avon Maitland, conosciuto per l’alto numero di studenti internazionali presenti nelle scuole e per le attività organizzate per favorire il loro inserimento, mi ha tranquillizzata.

La famiglia che mi ha accolta è molto attenta e premurosa nei miei confronti e ormai mi fa sentire come se fossi un membro della famiglia. La scuola canadese che frequento, la Secondary Central School, è organizzata in maniera totalmente differente da quella che frequento in Italia. Intanto è possibile scegliere i corsi da frequentare, che devono essere almeno quattro per ogni semestre, tra un numero infinito di corsi che vanno dall’arte allo sport, alle materie scientifiche.

Oltre ai quattro corsi obbligatori, si possono fare altri corsi anche fuori dall’orario scolastico.
Io ad esempio frequento due di francese e due corsi di inglese, di cui 
uno per studenti stranieri e una volta alla settimana un corso di cucina.

Gli insegnanti hanno un modo di insegnare basato meno sulla teoria e più sullo scambio con gli studenti. La mia scuola, come ho già detto è inserita con altre scuole all’interno del distretto scolastico Avon Maitland, in cui è presente un’organizzazione che si occupa degli studenti stranieri appoggiandoli nell’inserimento a scuola e organizzando momenti di incontro e svago.

Ho partecipato a tantissime feste organizzate all’interno delle scuole, ad una gita alle cascate del Niagara e ad una a Toronto. Queste occasioni mi hanno consentito di stringere amicizie con ragazzi e ragazze di ogni parte del mondo e di visitare bellissimi posti.

Questa esperienza mi ha permesso di ampliare le ma visione del mondo, attraverso un continuo confronto con persone che hanno abitudini e modi di pensare diversi dai miei, di migliorare la capacità di accettare situazioni nuove adattandomi senza difficoltà. A chi inizia questa esperienza consiglierei di non abbattersi alle prime difficoltà, di non pensare che dal primo giorno la propria vita possa essere come quella che si aveva prima di partire, ma che gradualmente si ci si sente parte di quella scuola, di quella famiglia e di quel gruppo di coetanei e non si vuole più tornare alla vecchia realtà.” Claudia 

Torna su ^

sara

SARA – PHOENIX (STATI UNITI)

“Ciao, sono Sara e mi sono imbarcata da Milano Malpensa direzione Phoenix, Arizona. Ho affrontato il viaggio con le mie paure, soprattutto quella di non riuscire a farmi capire e viceversa, con la mia ansia, ma anche con tante aspettative… Solo in quel momento

Continua a leggere

avevo realizzato che per mesi mi allontanavo dagli affetti più cari, mia sorella e tutti i miei famigliari, gli amici, la scuola…; è anche vero che mi sentivo una ragazza molto fortunata per l’opportunità che mi era stata data. Pensai che la cosa che in quel momento faceva la differenza era che avevo più voglia di partire, di fare nuove esperienze che paura!! A distanza di mesi posso dire che ho fatto un ottima scelta; ORME School è un ottimo college, mi ha accolto facendomi sentire a casa, ho una “adviser” che mi tratta come fossi sua figlia, sempre disponibile e vicina, ho una compagna di stanza con cui condivido tutto.

Le giornate passano molto velocemente, tra impegni scolastici, sportivi e di svago. Nei week end, vengono sempre organizzate uscite, gite, che ci permettono di conoscerci meglio.

L’esperienza che sto vivendo è indescrivibile, è un arricchimento continuo sia a livello scolastico che umano, a conferma di ciò, aggiungo, che sono in attesa di sapere se mi viene concessa un’altra borsa di studio per poter rimanere altri 6 mesi!!!!” Sara

Torna su ^

simona

SIMONA – MADRID (SPAGNA)

“Ciao a tutti,sono Simona e sono qui per raccontarvi la mia fantastica esperienza di soggiorno in Spagna con la Giocamondo.
Come tutti, prima di partire per questa avventura ero molto spaventata e nervosa per la scelta dell’agenzia; la quale avrebbe organizzato

Continua a leggere

1 anno della mia vita in Spagna, ma sono felice di poter affermare che non potevo fare scelta migliore.
Una settimana prima di partire erano sorti vari problemi con la mia famiglia ospitante, che però la Giocamondo ha risolto in una giornata tranquillizzando mia madre e soddisfacendo le mie richieste. Ero titubante sul fatto di avere  un altra exchange student nella mia nuova famiglia , ma si è rivelata una grande fortuna perché siamo diventate come sorelle e facciamo tante cose insieme.
Voglio concludere ringraziando la Giocamondo per l’ottimo lavoro che hanno svolto nel mio caso e credo in tanti altri. Spero possiate godere come me di questa meravigliosa avventura. A presto.” Simona 

Torna su ^

letizia

LETIZIA – TORQUAY (INGHILTERRA)

“Studiare per un anno all’estero è sempre stato il mio sogno.
Prima di partire per l’Inghilterra ero un pò preoccupata, avrei passato 10 mesi in una nuova famiglia e avrei studiato in una nuova scuola; la mia paura più grande era di non riuscire a fare amicizia con nessuno!
Continua a leggere

..ho incontrato altri exchange students e fatto amicizia con le mie compagne inglesi. La scuola è molto diversa da quella italiana e inizialmente non è stato semplice ambientarsi per via della lingua. Dopo un mese era già migliorato tutto, anche il mio inglese! Le host families sono molto disponibili (l’ho notato anche dalle esperienze degli altri exchange) e ci permettono di uscire; se si ha qualunque problema, se ne può parlare con la famiglia o col Local coordinator, anche a scuola i professori (e gli alunni stessi) sono disponibili ad aiutarci in caso di dubbi.
Mi sto divertendo tantissimo e sto facendo tantissime nuove esperienze, un consiglio è di fare tutte le attività possibili per godersi a pieno quest’anno!” Letizia 

Torna su ^

foto-testimonials-itaca

TERESA – CAVAN (IRLANDA)

Ciao, mi chiamo Teresa e sono una exchange student.

Fin da piccola ho sognato di vivere un’esperienza del genere ma si trattava solo di idee irraggiungibili e lontane.

Continua a leggere

Quando ho avuto l’opportunità’ di trasformare in realtà questo sogno che avevo ormai chiuso nel cassetto, ho colto l’occasione al volo perché la vita non aspetta, vivere esperienze completamente diverse dall’ordinario può solo far crescere. Lasciare tutto e tutti e’ difficilissimo, e’ vero, ma si tratta solo di qualcosa di temporaneo, anzi, e’ quando ci si allontana da qualcuno o qualcosa, che si apprezza il loro valore.

Uno dei momenti indimenticabili è stato l’incontro con la mia host mother Carol. Affetto, voglia di farti sentire a casa, sorrisi sono le parole chiave che costellano la mia giornata qui. Le passeggiate in riva al lago, svegliarsi la mattina e guardare dalla propria finestra un paesaggio mozzafiato, imparare ogni giorno un nuovo aspetto della cultura irlandese, ridere fino al mattino successivo con la mia host sister spagnola Sophia, saranno le cose che mi mancheranno più di tutto.

Le paure dei giorni precedenti alla partenza si sono ormai trasformate in soddisfazione, perché un solo risultato ci può essere dopo questa esperienza ed è positivo. Parlo fluentemente l’inglese, mi sono abituata al nuovo stile di vita, ho conosciuto gente straordinaria, sono pronta per il futuro che mi aspetta.

Salite su quell’aereo e vivete al massimo questa esperienza INDIMENTICABILE. Teresa

Torna su ^