Come fare l’isee e il PIN dispositivo per il bando Estate INPSieme 2019

Se hai i requisiti per partecipare al bando Estate INPSieme, sicuramente avrai bisogno del nuovo ISEE 2019 e del PIN dispositivo per poter effettuare la domanda sul portale INPS.

In questo articolo cercheremo di renderti la vita più semplice dandoti tutte le indicazioni necessarie.

COME RICHIEDERE L’ISEE 2019

Cosa è l’ ISEE?  E’ l’ indicatore della Situazione Economica Equivalente,  parametro utilizzato per l’accesso a numerose prestazioni sociali agevolate tra cui accesso ai

bandi Estate INPSieme pubblicati dall’ente INPS.

L’ISEE 2018 scade il 15 gennaio 2019 e sarà quindi necessario richiedere il nuovo ISEE del 2019 (Attenzione:  dal 2019 la scadenza dell’ISEE 2019 sarà variata e anticipata al 31.8.2019)

Il primo step è rivolgersi al proprio CAF (centro assistenza fiscale) o al proprio commercialista i quali saranno in grado di fornirti l’elenco della documentazione necessaria per richiedere prima di tutto la DSU ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica:  un documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di ogni nucleo familiare

Alla DSU  seguirà poi,  con un tempo di attesa che varia dai  7 ai 10 giorni lavorativi , la certificazione ISEE 2019 (indicatore situazione economica equivalente).

La richiesta della DSU  è necessaria per richiedere il successivo ISEE!

Se non sai a chi rivolgerti,  clicca qui,  si aprirà il portale Google maps, puoi scrivere “CAF” e trovare  il più vicino a casa tua con cui puoi prendere subito un appuntamento.

Ti consigliamo di attivarti già a partire da subito per evitare ritardi nelle procedure che potrebbero farti perdere l’occasione di presentare le domande di partecipazione ai bandi dell’ente INPS.

COME RICHIEDERE LA DSU, NECESSARIA PER L’ISEE

Quando prenderai appuntamento al CAF o con il tuo commercialista, chiedi l’elenco completo dei documenti necessari per compilare la DSU.

I documenti che solitamente servono per fare la DSU sono:

  • Codice Fiscale e Documento d’identità del dichiarante
  • Codice Fiscale di tutti i componenti del nucleo
  • familiare ed eventualmente del coniuge non residente e del figlio a carico non residente
  • Contratto di affitto registrato (in caso di residenza in locazione)

    REDDITI

  • Per le DSU presentate nel 2019 il reddito di riferimento è quello del 2017
  •  Modello 730 e/o Modello Unico e (per i dipendenti/pensionati) Modelli CUD
  • Certificazioni e/o altra documentazione attestante compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari) etc…
  • IRAP per imprenditori agricoli
  • Per i residenti nella regione Trentino è obbligatorio dichiarare tutte le indennità Provinciali percepite (Assegno Regionale, Redditi di Garanzia, Assegno per le famiglie numerose)

    PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE al 31/12/2018

  • Documentazione attestante il valore del patrimonio mobiliare (depositi bancari e/o postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi di investimento, forme assicurative di risparmio e qualsiasi altra forma di gestione del patrimonio mobiliare) anche detenuto all’estero.
  • Tipologia ( esempio: conto, conto deposito, deposito vincolato etc) e numero identificativo del rapporto patrimoniale, codice fiscale dell’istituto bancario o società di gestione del patrimonio, data di apertura ed eventualmente di chiusura dei rapporti patrimoniali
  • Giacenza media annua riferita a depositi bancari e/o postali (estratti conto trimestrali e/o mensili)
  • Per lavoratori autonomi e società: patrimonio netto risultante dall’ultimo bilancio presentato ovvero somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti
  • Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili). Valore IVIE dell’immobili detenuti all’estero.
  • Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà

    IN CASO DI DISABILITA’

  • Certificazione della disabilità (denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, numero del documento e data del rilascio) ed eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU) e/o per l’assistenza personale (detratte/dedotte nella dichiarazione dei redditi del secondo anno precedente a quello di presentazione della DSU)

    AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di presentazione della DSU
  • Targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto.

L’elenco dei documenti sopra riportato è solo esemplificativo e non esaustivo, attenersi alle indicazioni fornite dai CAF o dai commercialisti a cui ci si rivolge.

Una volta preso appuntamento con il CAF,  recuperata la documentazione per la DSU,  non resta che attendere l’ISEE.

L’attestazione è disponibile per il dichiarante entro dieci giorni lavorativi dalla ricezione della DSU.

IMPORTANTE!  Secondo i bandi ESTATE INPSIEME 2018, il richiedente la prestazione, per la presentare la domanda di partecipazione ai bandi, è sufficiente che abbia presentato la DSU . 

PIN DISPOSITIVO INPS: COME RICHIEDERLO E COME RECUPERARLO SE LO HAI SMARRITO

Per entrare nella tua area riservata INPS ed effettuare la domanda al bando, avrai bisogno del PIN dispositivo.

Se non ne sei in possesso, devi prima iscriverti in banca dati utilizzando il modello INPS AS150 scaricabile qui.

Di seguito un video che mostra come fare:

 

  • Ho il PIN ordinario va bene lo stesso?

Il PIN dispositivo  è diverso dal  PIN ordinario per l’accesso  i servizi online.  Se sei in possesso di un pin ordinario  e vuoi convertilo in dispositivo ecco qui la guida per convertire il PIN ordinario in PIN dispositivo. 

Ora, in possesso di PIN DISPOSITIVO e ISEE (O DSU come sopra specificato ) non ti resta attendere l’uscita di nuovi bandi 2019 ed effettuare l’accesso nella tua area riservata INPS, presentare la domanda seguendo tutte le istruzioni indicate nel bando scelto.

Contemporaneamente  alla presentazione della domanda, effettua un’iscrizione alle nostre vacanze studio 2019  per non perdere il posto e i numerosi vantaggi eslusivi a te riservati prenotando in anticipo!

QUI I SOGGIORNI ESTIVI IN ITALIA 6-14 ANNI LA MIA ESTATE GIOCAMONDO

 

 

Related Posts